Racconti Erotici - RossoScarlatto Community
Amazon Book Store Izabel Nevsky Racconti Erotici Racconti Erotici Racconti Erotici Proponi racconto alla Redazione RossoScarlatto Village Community Registrazione Community Forum Racconti Erotici Racconti Erotici Online gratis Writer Officina
RossoScarlatto Community
.: :.
Racconto n° 2161
Autore: SchiavaDAmore Altri racconti di SchiavaDAmore
Aggiungi preferito Aggiungi come Racconto preferito
Contatto autore: Scrivi all'Autore
 
 
Lettori OnLine
 
Romanzi online
 
Mannequin, il successo e la riconoscenza Darkness, cronaca romanzata di una messa nera. Remember, fantasmi dal passato. Il Diavolo e la Contessa, sogni fuori da ogni controllo Friends, amici come prima The Dreamer, alla ricerca del sogno proibito Brehat, alla ricerca del blu di Chartres Foreign Affairs, incontri ravvicinati troppo pericolosi La schiava, una storia oltre il limite del desiderio My Story, il coraggio di affrontare la verità
 
 
Estremità

Le mie estremità ho scoperto, sono infinite, ogni volta che le inseguo le ritrovo un pò più avanti.
Lui tocca in me nuovi angoli, nuovi muri, li abbatte e mi conduce a un nuovo limite. Distante. Lontano.
Ignoto.
Ogni volta che rientra io mi apro, ed ogni dolore cessa.
La mia sofferenza è libertà.
Libertà di essere folle, di sentire l'armonia dell'universo.
Lui perfora ogni mia ferma autodifesa e la mia armatura è carne che si smonta. Io resta priva di ogni solida giuntura, sono una bambola di Bellmer.
E Pirandello mi direbbe: osa, ora perdi la tua maschera.
Io sono nuda. La paura della morte e dell'amore per un attimo infinito, ogni volta, coincidono. Io tocco l'immortalità con Lui.
Imparo che ogni tempo, la verità su ogni tempo, è quell'attimo in cui Lui mi entra dentro ed io muoio. La resistenza alla pressione cede, cambia angolazione ripetutamente quando preme, finché io non mi espando e Lui mi trova il fondo.
Esplorazione peristaltica che va giù, diretta verso il centro, lì dove me ne resto radicata, senza contrazioni difensive, d'incondizionata fiducia.
Ondulatoria.
Profonda.
Lì dove cullano onde lunghe e dure che vengono contro.

Oh sì l'adoro, il lottar del mare sullo scoglio.





(A Michael)

SchiavaDAmore

Biblioteca
 
Community
Redazione RS
Novità
Biblioteca

Biblioteca

 
.: RossoScarlatto Community :.