Racconti Erotici - RossoScarlatto Community
Amazon Book Store Izabel Nevsky Racconti Erotici Racconti Erotici Racconti Erotici Proponi racconto alla Redazione RossoScarlatto Village Community Registrazione Community Forum Racconti Erotici Racconti Erotici Online gratis Writer Officina
RossoScarlatto Community
.: :.
Racconto n° 2175
Autore: Madamesnob Altri racconti di Madamesnob
Aggiungi preferito Aggiungi come Racconto preferito
Contatto autore: Scrivi all'Autore
 
 
Lettori OnLine
 
Romanzi online
 
Turquoise, paradiso e inferno senza via di uscita. Cremisi, il colore del dolore, dell'attesa e della passione. Il Dio della luna, un'avventura ambientata in Madagascar. Il Diavolo e la Contessa, sogni fuori da ogni controllo Voyage, la via della perdizione. Hibiscus, il fiore della trasgressione. Oppium, la via della perdizione assoluta. Danger, il pericolo viaggia nella mente Thunderstorm III, l'epilogo inaspettato Tribe, tre enigmi per un solo mistero.
 
 
L'addio
Se è addio che deve essere, che sia di lama. Come i tuoi occhi.
Che sia lucente, netto, che sia lento di crudeltà arrotata a fatica.
Che sia secco, determinato, che sia un punto nelle mie linee a spirale.
Uno scalino da guardare a lungo, come la linea delle Tue sopracciglia.
Un salto nel vuoto della Tua assenza, un buio liquido d'incoscienza.

E invece è fastidiosamente dolce. Sa d'amore che caramella sfinendosi, che si sfilaccia in nervi di cuore.
E' un - ti amo - che resta sulla lingua troppo a lungo, che galleggia nonostante il suo peso blu notte, che esce assieme al respiro in punto di non ritorno.
Ed è clac che chiude un mondo oltre, è acqua che allaga l'anima mentre gli occhi sbattono veloci. E' tristezza che lacera il canto del ventre, che scava e stacca memorie ed emozioni senza nome. Tira, svuota, afferra i ricordi per la pelle e li porta in alto, una corsa alla mente e poi giù, imperterrita, a seccarsi tra le labbra, a scendere nella gola e colare dietro lo sterno, fino al cuore.
Pompa dolore ora. Acute fitte come screzi nell'iride. Salta il respiro, s'inchioda, spinge come osso appuntito nell'esofago, barcolla. Ti amo, ti amo, ti amo, ti amo... Nenia infinita per salvarmi. Canto muto e inutile.
Affogo nella consapevolezza amara di quest'addio, Ti graffio via dal cuore, lacero le mie fibre. Le unghie si spezzano, non funziona, non funziona, non funziona. I filamenti di Te sono ovunque, si stirano ma resistono.
Taglia amore mio. Taglia per favore. Taglia.
(Cado, la nostra Magia esplode, ed io muoio un poco, per sempre)


Mme

Madamesnob

Biblioteca
 
Community
Redazione RS
Novità
Biblioteca

Biblioteca

 
.: RossoScarlatto Community :.