Racconti Erotici - RossoScarlatto Community
Amazon Book Store Izabel Nevsky Racconti Erotici Racconti Erotici Racconti Erotici Proponi racconto alla Redazione RossoScarlatto Village Community Registrazione Community Forum Racconti Erotici Racconti Erotici Online gratis
RossoScarlatto Community
.: :.
Racconto n° 2909
Autore: ElisaN Altri racconti di ElisaN
Aggiungi preferito Aggiungi come Racconto preferito
Contatto autore: Scrivi all'Autore
 
 
Lettori OnLine
 
Romanzi online
 
Brehat, alla ricerca del blu di Chartres Remember, fantasmi dal passato. L'Equilibrio di Nash, la voce delle stelle Kabala, la dottrina della perdizione. Rebel, una moglie al di sopra di ogni sospetto Rebel II,  la conferma di ogni sospetto Foreign Affairs, incontri ravvicinati troppo pericolosi Danger, il pericolo viaggia nella mente Il Diavolo e la Contessa, sogni fuori da ogni controllo The Best, il gioco delle parti
 
 
Amami Amore
Amami Amore.
Annusandomi, respirandomi, saggiandomi in ogni mia fragranza.
Solleticandomi, stuzzicandomi, giocandomi in ogni mio anfratto.
Con quieta attesa. Nell'irrefrenabile tormento.
E sorridi di gioia. Mentre scivolo piano fra le tue braccia granitiche.
Nel sole scialbo e nell'impetuosa tempesta.

Raccoglimi Amore.
E detergimi con limpida acqua odorosa. Cospargendo di petali rosati il corpo irrigidito.
Abbeverati di me e della mia zuccherata letalità. E come melassa amara, incollati al mio ventre affamato.
Suggimi. Provami. Divorami.
Sono il delirio funesto del sogno. L'adorabile ludo dell'incubo.
Sono femmina di demonio serafico e d'angelo satanasso.

Amami Amore.
Sotto la trapunta delle stelle. Allo spezzarsi delle corde di un'arpa.
E sostienimi. Nell'ecatombe furiosa dei lignaggi.
Conducimi, per mano, alla pira infuocata.
E confondimi di gaudio ed amarezza. Nella compagnia e nella solitudine.
D'interrogativi subdoli ubriacami l'intelletto e molestami la razionalità.

Cullami Amore.
E con una nenia di vespro addormentami.
Sollevami le vesti al franger dell'onde sulla battigia.
E nel bosco, senza fiato, perdimi, disperdimi, abbandonami, come cenere morta al torrente.
Scostami la chioma e di perle eburnee adornami il collo.
Intagliami come legno e di scalpello picchiettami.

Amami Amore.
Sono la vestale del tuo focolare.
La carezza materna al tuo dolore.
La pezza per le tue lacrime.
E così, donna, unica complice, prima nemica.
Ti respingo dolce perché ti desidero forte.

Purificami Amore.
Come diamante lavorato.
Luccico. Risplendo. Acceco.
Come selce grezza.
Raspo. Taglio. Ferisco.
Ed io sanguino. Femmina e poesia. Femmina e filippica. Femmina mi hanno plasmata.

Amami Amore.
Ancora.
Una volta.
E per sempre.
Ogni istante.
Intensamente, come se fosse l'ultimo.





(Ad un uomo soltanto, che ha fatto cavalcare il mio cuore d'amore e d'odio.
Che sia commiato, è la mia prece.
Che venga inascoltata, la mia speranza.)

Elisa

ElisaN

Biblioteca
 
Community
Redazione RS
Novità
Biblioteca

Biblioteca

 
.: RossoScarlatto Community :.