Racconti Erotici - RossoScarlatto Community
Racconti Erotici Racconti Erotici Racconti Erotici Racconti Erotici Proponi racconto alla Redazione RossoScarlatto Village Community Registrazione Community Forum Racconti Erotici Racconti Erotici Online gratis
RossoScarlatto Community
.: :.
Racconto n° 3595
Autore: Roxyb Altri racconti di Roxyb
Aggiungi preferito Aggiungi come Racconto preferito
Contatto autore: Scrivi all'Autore
 
 
Lettori OnLine
 
Romanzi online
 
Danger, il pericolo viaggia nella mente Eyes Un filo sottile che lega un uomo e due donne. X Stories, i mille volti di una straordinaria follia The Dreamer, alla ricerca del sogno proibito Destiny, un incontro avvenuto per caso Charlotte, il profumo dell'oblio. Una Storia, cronaca di un mistero irrisolto Mea Culpa, religione e mistero Thunderstorm, un incontro sotto la pioggia Cuba Libre, un sensuale incontro nella magia di Cuba
 
 
La notte di Aracoeli
L'immagine dei tetti di Roma, della luna tonda in una notte fonda sullo sfondo della chiesa di Santa Maria del Popolo.
Ciò che ricordo del nostro sogno è questo.

Solo un raggio di luce filtra dagli scuri appena avvicinati.
Appena sopra di noi il profilo di San Pietro. L'abbiamo scelto insieme quest'hotel, scenografia della nostra fuga. Non è per sesso ma per amore che siamo qui; per annullare, seppur per pochi giorni, le nostre latitudini diverse.
Memoria del tuo corpo nudo steso sul letto .Tu, il mio amore magro ed emaciato; tu cosi diverso da me e da ogni mio desiderio.
Seguo col dito il tuo profilo, quel sorriso un pò perso, la dolcezza di aver amato una volta e per sempre. Disegno nell'aria i tuoi muscoli, la pelle chiara ed i rari peli che spuntano sul petto.
Talvolta mi chiedo chi, padrone del nostro destino, abbia deciso per noi un amore infelice.
Sapere di amarti cosi, mentre riposi accanto ad un sorriso estraneo ...questo mi uccide, lentamente ogni giorno. Questo mi toglie la vita.
Ma non ora; non è a questo che voglio pensare. Siamo qui per non sentirci più soli.
Siamo solo noi.Noi, strano incontro d'anime perse, estranee al mondo e conosciute tra loro.
Non potrà essere sempre cosi tra noi. Perchè molto avremo da dirci e molto ancora ascolteremo di noi.
Il silenzio del tuo sguardo mi circonda, se chiudo gli occhi le sue note mi accarezzano. Sinfonia di corpi e respiri. Non è fare l'amore con te; è danzare lentamente, senza fretta né pudori.

Le dita lunghe ed affusolate scorrono sul mio viso, disegnano occhi, ciglia, gote e labbra, che indecise per un attimo, subito si schiudono a posare un bacio lascivo e dolcissimo.
Contorni i miei seni, rosei e tondi, e la pancia morbida sensibile al tuo tocco. Lieve scivoli sul mio pube, giochi con il mio sesso, delicatamente ascolti il ritmo del mio respiro. Le dita si fanno sempre più curiose, mentre scorrono; scivolano per poi sparire nel mio corpo affamato di te. Ami sentire i miei umori scorrerti lungo le dita, impazzisci ad assaporare il gusto della mia passione, mentre con lo sguardo un pò dispettoso ti lecchi le dita.
Cosi, ti guardo, attraverso i miei occhi offuscati dal desiderio di sentirti dentro.

Non è solo voglia fisica, è desiderio impellente; come se, dal sentire crescere il tuo sesso nel caldo del mio corpo dipendesse la mia capacità di respiro.
Stanotte poi sarò tua, completamente.
Hai il fuoco che ti scorre nel corpo, so che non vedi l'ora di placare il tuo desiderio dentro di me... fino in profondità.

Il tuo respiro sul mio volto. Chiudi gli occhi, mentre entri dentro di me. Istintivamente stringo i muscoli per la sorpresa ed il dolore del tuo attacco un pò rude, ma subito mi rilasso e lascio che tu possa penetrarmi a fondo.
Giochi con me, entri ed esci. Sorridi, mi lecchi,ti diverti a prendermi in giro con baci leggeri e subito dopo mi prendi con forza. Me lo sbatti dentro chiamandomi troia, chiedendomi se è solo te che voglio scopare.
Lo fai per un pò; ti piace recitare la parte del dominatore che sente il mio corpo tremare e bagnarsi sotto ogni suo colpo. Le mie gambe sussultano; ho la vagina in fiamme mentre vorrei implorarti di sbattermi e farmi godere.
Ti fermi e mi osservi. Il tuo sorriso dolce ed impaurito riaffiora. Mi baci teneramente sulla fronte e le tue spinte si fanno lente e delicate come non avrei mai sospettato. Dentro, sempre più in fondo e sempre più lentamente. Questo tuo modo di far l'amore con me mi eccita ancora di più... lo sento... tutto il corpo sente che non è come le altre volte.
Non lo sarà mai più.
I respiri sono un'armonia danzante, i nostri sessi si mischiano insieme e ti sento dirmelo in un sussurro delicato
-Lo vuoi davvero?-
Il mio sorriso ti convince e sento che continui a spingere come se il mio corpo non avesse fine, come se volessi lasciare un tesoro nascosto il più possibile in profondità.
Urlo il mio orgasmo nel tuo respiro e raccolgo il tuo.
Ti sento riempirmi di liquidi, di vita.
Stanotte, senza barriere, come per tutte le notti a venire.

Mi abbracci e sorridi.
Ti bacio e rido.
Se sarà una femmina si chiamerà Aracoeli.


Roxyb

Biblioteca
 
Community
Redazione RS
Novità
Biblioteca

Biblioteca

 
.: RossoScarlatto Community :.