Racconti Erotici - RossoScarlatto Community
RossoScarlatto Community
.: :.
Racconto n° 5125
Autore: Laura Altri racconti di Laura
Aggiungi preferito Aggiungi come Racconto preferito
Contatto autore: Scrivi all'Autore
 
 
Lettori OnLine
 
Romanzi online
 
La Setta, un viaggio alla ricerca del piacere estremo. Rebel II,  la conferma di ogni sospetto Infedele, le veritą nascoste. History, il desiderio venuto dal passato. Voyage, la via della perdizione. Revenge, una vendetta da servire calda Destiny, un incontro avvenuto per caso Il vizio, storia di una donna che non sapeva amare. Foreign Affairs, incontri ravvicinati troppo pericolosi Social Game, la tentazione che viene dal Web
 
 
Sabrina
-Dai che li facciamo impazzire!- Sabrina č una bella ragazza, dall'aspetto pulito e discreto, al momento non capisco cosa mi stia chiedendo ma poi le sue mani parlano in maniera esplicita. Ho sempre sognato di sentire l'odore, il sapore di un'altra donna e adesso mi si presenta l'occasione.

Ma Sabrina sta facendo impazzire anche me. Forse vuole solo giocare, fare la finta con il suo uomo e il mio che ci stanno a guardare, per creare un po' di attesa. Io invece l'ho presa in parola, mi sono messa in gioco e continuo a rincorrere i suoi movimenti: mi porge la bocca e io cerco la sua lingua; si allunga sul divanetto e io mi infilo tra le sue gambe... e intanto qualcuno ci spia.
Non sono solo i nostri rispettivi uomini, che cominciano a sentirsi esclusi, ci sono anche presenze furtive a spiare dal giardino buio, attraverso i vetri delle finestre. E' una sensazione di nuditą ancora pił forte, con quell'introspezione.
Molto eccitante la nuditą, abbraccia sensazioni oltre la pulsione sessuale, č quasi paura, perchč fa sentire totalmente disarmati e facili prede. Prede anche di sč stessi, perchč, a questo punto, non abbiamo pił nulla da perdere e possiamo abbandonarci a chissą quali avvenimenti.

La luce soffusa e il profumo di bosco umido rendono tutto magico ed inebriante.
La desidero, lei mi sfugge. Desidero infilarmi con la lingua fra le sue cosce, succhiarla e leccarla e baciarla dappertutto e Sabrina si fa desiderare.
Finalmente due braccia forti mi strappano via da quell'agonia e mi fanno diventare protagonista di un nuovo numero.

Si, un numero, perchč, dopo un po', mi rendo conto che stiamo dando spettacolo, mi sento occhi addosso e forse anche mani. Non capisco pił nulla, Tutto č stato cosģ repentino. Sono totalmente inerme, in preda ad orgasmi multipli, arrampicata sul corpo di un uomo che non č il mio, ma che abbraccio forte per non cadere.
Credo di sentirmi urlare, come non ho mai fatto, mentre lui fa susseguire energiche penetrazioni in un movimento ondulatorio e sussultorio che pare un terremoto. Un cataclisma di piacere bagnato, un godimento che prende continuamente spunto da sč stesso: pił godo e pił mi eccito e pił mi bagno e... chissą lui? Pare non stancarsi mai. Chissą se lo sto divertendo o č in quello stato estatico che trattiene l'orgasmo per prolungare il piacere.

Forse č durato un'ora, forse pochi minuti, per me un'eternitą perchč la ricordo ancora come una delle pił belle e appaganti scopate che abbia mai fatto, anche se condita dall'amaro di Sabrina e del mio uomo che si sono accontentati di un pompino tra loro.

Laura

Biblioteca
 
Community
Redazione RS
Novità
Biblioteca

Biblioteca

 
.: RossoScarlatto Community :.