Racconti Erotici - RossoScarlatto Community
Racconti Erotici Racconti Erotici Racconti Erotici Racconti Erotici Proponi racconto alla Redazione RossoScarlatto Village Community Registrazione Community Forum Racconti Erotici Racconti Erotici Online gratis
RossoScarlatto Community
.: :.
Racconto n° 994
Autore: Melablu Altri racconti di Melablu
Aggiungi preferito Aggiungi come Racconto preferito
Contatto autore: Scrivi all'Autore
 
 
Lettori OnLine
 
Romanzi online
 
Destiny, un incontro avvenuto per caso History, il desiderio venuto dal passato. The Best, il gioco delle parti Escort, un gioco che può cambiare la vita Inquisitio, quando il dolore si fa piacere. Exchange, l'ultimo passo prima del buio. Escalation, una corsa verso la trasgressione assoluta. My Story, il coraggio di affrontare la verità Suspect, il gioco degli inganni. La schiava, una storia oltre il limite del desiderio
 
 
Il sapore di te
Mi manchi... e quando mi sento così, i ricordi viaggiano, e le sensazioni si risvegliano, nitide, definite, come se le stessi rivivendo adesso...
Ci sono cose di te che mi rimarranno in mente per sempre. Piccoli dettagli, cose particolari che hanno caratterizzato ogni nostro giorno insieme, e che mi fanno pensare a te, più forte che mai.

Il tuo odore, per esempio. La prima cosa che mi raggiunge quando ti avvicini a me, dopo essere stati lontani. L'odore che hai sul collo, nell'incavo della gola, nella barba. Odore di pulito, di fresco, di sapone, di abiti puliti e di pelle calda, sensibile. L'odore di te mischiato a quello del tabacco. Quante volte ti sei finto infastidito quando ti abbracciavo stretto aspirando quel tuo aroma così particolare... ti annusavo, inspirandoti profondamente, facendo penetrare quel profumo dentro di me, nel profondo, per farti entrare nel mio cuore, per non lasciarlo più, per ricordarlo per sempre.

Il sapore delle tue labbra, il gusto dei tuoi baci. Saggiare la morbidezza delle tue labbra carnose, lisce, quasi infantili. E poi perdermi nel calore della tua bocca, della ruvidezza liquida della tua lingua che si struscia voluttuosamente con la mia, massaggiandola, con delicatezza o con passione e violenza. Le volte che mi hai quasi fatto male, premendoti forte contro di me, schiacciandomi le labbra contro i tuoi denti... le volte in cui mi sono persa sul tuo labbro inferiore, succhiandolo con dedizione, sentendolo morbido e delicato tra i miei denti...

L'odore dei nostri preservativi, che immancabilmente è sempre quello delle candele profumate. Le tieni nello stesso cassetto dove conservi le scatolette... è forte ed intenso, al limite dello sgradevole, ha contaminato tutto ciò che le circonda... ma per me ha acquistato un significato unico. Siamo gli unici al mondo ad averli personalizzati!

Il sapore di te, di sudore salato e l'odore dell'eccitazione sulla tua pelle, mentre facciamo l'amore. So che ti piace quando ti lecco la gola, quando ti mordo leggermente la pelle accaldata... anche a me piace. Mi eccita sentire il tuo respiro che muta, che diventa greve, carico, quando ti sfioro, quando la mia lingua ti solca il collo o il petto, quando ti stuzzico i capezzoli, quando li mordicchio...

Il sapore più intimo, quello del tuo membro turgido ed eccitato, quando è dentro la mia bocca. La sua pelle vellutata, tesa, caldissima, fremente. Mi da una sinestesia, più che un gusto vero e proprio. Mi sembra di sentire il sapore del tuo sangue che scorre nelle vene, che riempie i suoi spazi, che si accumula e affluisce, e gonfia... Il sapore della pienezza, del completamento, tale da rasentare il soffocamento, quando la cima di te arriva fino in fondo, quando ti schiaccio sul palato, quando ti aspiro e succhio, è forte, intenso, indescrivibilmente intimo. Mi sembra di poter avere ogni possibilità su di te, mi pare di possedere il vero Potere, di averti incatenato a me...

Tu sai invadere la mia mente, il mio corpo, completamente. Ogni cosa di te mi resta addosso, come il tuo odore dopo aver fatto l'amore. È un aroma che coccolo, che mi stringo addosso, che cerco di conservare, privatamente, insieme all'odore della mia pelle, quando la sera vado a dormire, sola.

Melablu

Biblioteca
 
Community
Redazione RS
Novità
Biblioteca

Biblioteca

 
.: RossoScarlatto Community :.